SHOWDETAILS
MILANO+NEW YORK #28

COLLEZIONI DONNA – AUTUNNO/INVERNO 2019.20

I particolari delle sfilate donna di Milano e New York nel massimo formato esistente

MILANO
Milano prende la forma del racconto. Aderisce alle pagine, scrive, descrive, riscrive. Le collezioni sono script cinematografici, sceneggiature, partiture per voci sole. Soggetti principali. Monologhi. Storie. Fiabe. Narrazioni. Le parole vengono cucite nei tessuti, sono imbastiture, rammendi, ricami. Gli abiti sono alfabeti visivi, sillabari materici, lirici, poetici, densi di idee, immagini, suggestioni. Stilisti e designer compongono il proprio testamento vestimentario, un abbecedario di stimoli tessili, spirituali e sartoriali. Ogni artista battezza la propria opera ed ogni collezione possiede un titolo, un nome, del tutto simile ad un’idea di libro, di romanzo, di pellicola, di concept album. Crescono i suoni in passerella. Riff distorti. Chitarra. Basso. Batteria. Il défilé annuncia un elogio alla musica e al disordine…..

NEW YORK
Chissà perché si è abituati ad associare l’inverno ai colori scuri e a quelli neutri, come se il freddo o la mancanza di luce influenzassero anche le scelte cromatiche, mentre dovrebbe essere proprio il contrario, indossare cioè tinte accese ed energiche per combattere l’introversione della stagione. Devono averlo pensato a New York, dove le sfilate per il prossimo Autunno/Inverno hanno sancito una chiara propensione per il colore, quello vero, vibrante, che illumina il viso e trasmette calore, anche nella più gelida giornata newyorchese, che l’inverno lì non scherza, con le sue tempeste di neve e temperature a picco…..

ItaliaABC