×

Editoriale

La collezione di Roland Hjort per Whyred mixa mod, punk e sartoriale a ritmo di musica indie anni ’80; apre infatti un completo maschile in lana grigia con giacca allungata e revers a contrasto e segue un long dress nero da disco-party con luminosi pannelli bronzei a contrasto. Le 36 uscite successive seguono lo stesso schema: abiti sartoriali anche spezzati portati con camicie e/o pull a V e coat rigorosi alternati a mise metalliche, capi in pelle, pantaloni ultra-skinny e mini-abiti con gonna a pieghe portati con collant coprenti e stivaletti verniciati. Si aggiungono anche dettagli sportswear, come le bande laterali su alcuni pantaloni, che nel finale sfociano in due look atletici, forse perché in un mix di stili l’elemento sportivo non manca mai.