×

Editoriale

Supera come sempre le barriere di genere, oltre ad ogni tipo di classificazione, la moda di Vivienne Westwood che veste i suoi uomini con abiti femminili: un dress nero monospalla in tulle portato con ankle boots e calzini al polpaccio, maxi-maglie slabbrate e asimmetriche attraverso cui s’intravede il torso nudo, cappe e mantelle, mini-gonne e stivali (da cowboy) rosso laccato. Ma l’elemento maschile resta una costante, che sia il blazer doppiopetto con le maxi-spalle, il completo gessato o check, anche con panciotto, il coat d’ispirazione militare o la classica stringata, mentre qua e là compaiono gli immancabili tocchi d’ironica irriverenza di Madame Viv, come gioielli e applicazioni metalliche a forma fallica.