×

Editoriale

Il recente acquisto di 17.000 pezzi dell’archivio Vionnet da parte di Goga Ashkenazi ha fortemente influito sulla sua ultima collezione che abbonda di riferimenti ai modelli originali realizzati dalla fondatrice del marchio. Ci sono ad esempio un abito nero in angora con righe intarsiate a contrasto, un coat, una camicia e un long dress a cappa con dei cut-out geometrici sul busto, un altro abito fluido con profondo scollo a V che culmina nella vita serrata da una cinta a doppio giro. Tutto questo insieme al vero tema che ispira la collezione ovvero forma e struttura di tre strumenti musicali, il piano, il clavicembalo e la fisarmonica, stampati sulle superfici di abiti fluidi e satinati o richiamati da bande, pannelli a contrasto, ricami e pieghe.