×

Editoriale

Una collezione grafica ed essenziale quella di Victoria Beckham che dice di aver guardato dentro il proprio guardaroba rielaborandolo; non c’è dubbio che il punto di partenza sia la forma a bustier rivisitata in chiave dailywear ed utilizzando tessuti prettamente maschili come il principe di Galles sfilacciato su bordi e orli o un pied-de-poule spugnoso in tonalità accattivanti come nero e cachi o blu, bianco e arancione. Il risultato sono abiti lineari, anche in versione sottoveste, che in certe uscite hanno dei cut-out che aprono piccoli squarci sull’addome, con gonne midi mai troppo accostate al corpo, svasate o a pannelli sovrapposti. La forma a corsetto viene richiamata a contrasto anche sulle maglie, mentre i capospalla riprendono le fantasie check con linee sartoriali diritte o più morbide e oversize.