×

Editoriale

Ogni volta che Victoria Beckham esce con una collezione nuova subito scatta il paragone con le creazioni dei suoi esordi, quegli abiti-guaina in jersey talmente aderenti che sembravano succhiare il corpo. Paiono passati anni luce da allora ma se c’è una cosa che Beckham mantiene è l’adattabilità degli abiti al corpo, puntando maggiormente sull’aspetto sartoriale e su quel tocco sportivo che da stagioni imperversa sulle passerelle. Ecco allora una serie di coat, a volte doppi, in stile e tonalità militari, con ampie cinture che sottolineano la vita e completi maschili con le giacche dalle stesse caratteristiche dei cappotti, completate a volte da scalda-collo rimovibili in pelle. I pantaloni vanno dall’affusolato al polpaccio con risvolto ai leggings con la staffa, con l’aggiunta in certi look di scaldamuscoli in pelle, mentre gli abiti sono lunghi e plissettati asimmetricamente.