×

Editoriale

“Sento che lo stile sportivo sarà l’eleganza di domani” dichiara Donatella Versace a proposito della sua collezione. La stilista esplora le potenzialità di un abbigliamento tecnico che riesce a far diventare glamour e desiderabile non per fare jogging al parco ma per tutte le ore del giorno, grandi occasioni comprese. Il nylon è onnipresente e trattato come se fosse seta. Non è impiegato solo per giacche impermeabili ma diventa camicetta e abito quasi a diventare k-way da sera. Le coulisse tirate che creano drappeggi sono il motivo ricorrente e la leggerezza anima il tessuto che fa di queste donne eroine che sembrano pronte a spiccare il volo. I pantaloni sono guaine con la zip portati anche in versione tuta intera o completo con giacca sartoriale. Gli abiti sono stretti, lunghezza oltre il ginocchio, resi sensuali da spacchi e da bottoni a pressione aperti al punto giusto. Ricordano le divise degli atleti gli outfit in cui appaiono però gonne a portafoglio o plissé.