×

Editoriale

Torna la parisiènne di Vanessa Bruno, questa volta immersa in un’atmosfera Seventies che rimarca il suo stile bohémien. Niente allure da party-girl o da hippie tutta pizzi e fiori, bensì capi puliti, leggermente decorati e facilmente interscambiabili, adatti sia di giorno che di sera. Ci sono i romantici abiti midi, con cintura o elastico in vita, corpetto più accostato e gonna fluida a pieghe, in tinta unita o a fantasie pixelate o con motivi folk che si ripetono su mini svasate, bluse e giacche crop, ci sono i pantaloni flared di velluto in completo con il blazer o i jeans portati con una giacca-mantella con le frange, c’è la maglieria ad uncinetto e ci sono pezzi iridescenti in lamé, adatti sì alle occasioni speciali ma che la Bruno mixa con capi dailywear, creando accattivanti abbinamenti da vera parigina.