×

Editoriale

Ogni marchio ha la sua location ideale dove presentare le proprie collezioni. Trussardi torna negli ambienti della Pinacoteca di Brera e precisamente sulla terrazza che ospita una serie di performance di attori-modelli che riflettono sulla propria identità. Narcisismo, sdoppiamenti di personalità, soggettività e oggettività, temi alti rappresentati da look bohémien enfatizzati da tonalità accese e stampe originali, come quelle che raffigurano volti di epoca classica con una striscia colorata sugli occhi. Questi ‘personaggi in cerca d’autore’ indossano completi destrutturati, anche pigiama o con bermuda, con il pantalone tipo tuta, con elastico e coulisse in vita o in versione pitonata, camicie colorate con sciarpa a tono, cardigan e soprabiti fluidi. E fanno linguacce davanti allo specchio.