×

Editoriale

Tommy Hilfiger sbarca anche a Shangai perché, dice, qualcuno una volta gli ha consigliato di recarsi dove sono i suoi clienti. E siccome il marchio ha una partnership in corso con Tmall, il gigante dell’e-commerce di proprietà di Alibaba, e ogni pezzo è immediatamente vendibile in Cina, eccola qua, un’altra icona dello sportswear americano sfilare all’estremità nord del fiume Huangpu che attraversa il cuore della metropoli. In passerella pezzi facili e molto vendibili, dalle tute sportive in bei colori vivaci con bande a contrasto portate con ciabatte e calzini logati a brassière a tono, per poi passare a bomber, parka, camicie patchwork, felpe con cappuccio, polo, blazer e marinière indossati con pantaloni cargo, il tutto nell’inconfondibile palette cromatica di rosso, bianco e blu, con punte di nero e grigio. Il sogno americano è servito.