×

Editoriale

La passerella trasformata in un campo da football per celebrare 30 anni di attività. Quale sport altrimenti per Tommy Hilfiger, uno dei più rappresentativi designer della moda a stelle e strisce? Amore e football, football e amore, non per altro la collezione s’ispira a ‘Love Story’ e manda in scena tante Ali MacGraw in tenuta preppy anni ’70, bomberini, montgomery e bluse in eco-pelliccia, gonne e abitini a pieghe con bande atletiche a contrasto, tonalità tra il bordeaux, il marrone e il blu e stivaletti da football stringati. La collezione è fresca e giovane, rimanda ai college e ai simboli delle confraternite sportive, con riferimenti rétro (sempre sportivi) anni ’40, utilizza parecchia faux-fur anche in versione coat (“perché fa bene al Pianeta”) e motivi plaid in lana bouclé. A tema anche gli

abiti in pelle che fanno il verso alle divise da football, con il numero 30 che campeggia sotto il marchio ‘Hilfiger’.