×

Editoriale

Glamour a volontà sulla passerella di Tom Ford, a partire dalla felpa paillettata con la scritta ‘Beverly Hills’ sovrastata dall’autografo in cristalli del designer, per cui ci saranno inevitabili liste d’attesa. Ford si è trasferito da Londra a Los Angeles da circa un anno e l’effetto si riversa tutto in questa collezione iridescente e dal tocco sportivo dato dall’uso dei leggings che sostituiscono i pantaloni perfino nei completi maschili. Leggings di tutti i materiali, monocromo o animalier ma soprattutto scintillanti, in particolare quando dorati o argentati, portati con lunghi blazer avvitati, maglie girocollo, soprabiti e giacche over in un patchwork psichedelico di tessuti e fantasie in cui non mancano inserti di pelliccia. I mini-dress leopardati a balze su collant a tono e quelli neri portati con (ancora) i leggings, in abbinamento a fasce larghe e orecchini a cerchio oversize, ricordano l’icona warholiana Edie Sedgwick, altro simbolo di forte irriverente glamour.