×

Editoriale

C’è sempre una storia dietro le sfilate di Thom Browne; stavolta è chiaramente pieno inverno, c’è una foresta imbiancata divisa da una fila di letti da campo con sopra dei sacchi a pelo arrotolati. Arrivano i modelli che hanno lunghi berretti da notte con pompon da cui escono due lunghe treccine e sono vestiti pesante, a strati ma con la particolarità che l’abito sartoriale non viene mai meno, è solo reinterpretato in chiave sportiva e imbottita come fosse un piumino o, appunto, un sacco a pelo. Ecco allora una serie di completi perlopiù trapuntati, anche in versione bermuda, a motivi check, gessati, in fantasie nordiche o in grigio mélange, in velluto pesante a coste o knitwear a trecce, con bande rosso, bianco e blu, spesso abbinati a coat, maxi-sciarpe e manicotti a tono. Alla fine ogni modello raggiunge il proprio letto e s’infila nel sacco a pelo. Buonanotte e sogni d’oro.