×

Editoriale

Esterno, giorno. Tra le siepi ben rasate dell’elegante giardino di un castello fuori Parigi camminano le diafane creature di The Row, vesti ampie e leggere dalle linee pulite e dai colori minimali che vanno dal bianco al nero passando per l’avorio e il beige, loafer rasoterra o con un tacco appena accennato, lunghezze totali con qualche concessione al corto, anche estremo. Più pantaloni che abiti, morbidi e maschili, a vita alta, con pince e/o con la piega, spesso sovrapposti da top, bluse o blazer extralong a tono oppure da maxi-coat che fanno da coperta. Eppure non c’è traccia di pesantezza, tutto è fluido e leggero, a volte trasparente sull’intimo ma con una grazia che contagia anche i pezzi più osé, mini-dress a sottoveste di chiffon drappeggiato.