×

Editoriale

“Il mio abbigliamento maschile è radicato nella sartoria britannica”, dice Stella McCartney a proposito della propria collezione che è come sempre un mix accattivante di tanti elementi che si giustappongono al sartoriale: il femminile, lo sport, lo streetwear e, in questo caso, un pizzico di Sixties e Seventies e di scena musicale inglese anni ’90.  Completi doppiopetto slim che sarebbero piaciuti ai Beatles, ça va sans dire, si alternano a look più casual composti da maglioni over, camicie e maglie ricamate su pantaloni ampi o track pants con banda laterale e staffa che passa sotto i mocassini in eco-pelle con catena, in alternativa alle sneakers bianche. Moderno e insieme bohémien, è uno stile che basta a se stesso senza dover essere a tutti i costi di tendenza con slogan, loghi e stampe chiassose.