×

Editoriale

Basta vedere i capi in passerella per percepire la presenza del mare nella collezione semplice e sofisticata di Sportmax. Il brand emiliano si è lasciato ispirare dal libro fotografico di Kusukazu Uraguchi “Shima no Ama” che ritrae le pescatrici di perle giapponesi vestendole per svolgere oggi quell’attività antica. Le gradazioni del blu insieme alle fantasie dei pesci e al bianco e al rosso, anche miscelato insieme, rimandano ad un immaginario marittimo che influenza tutta la collezione anche nei materiali impiegati come cotone, lino e jersey. Le gonne sono lunghe fino al ginocchio mentre i pantaloni sono ampi, lunghi fino ai piedi o fino alle caviglie. Non ci sono trasparenze e alla seduzione si preferisce un’eleganza sportiva: la pancia scoperta non svela l’ombelico e le gambe sono nude solo con gli shorts. Contro la pioggia e per ripararsi dal vento ecco in soccorso il parka. A dare movimento le coulisse che, tirate, increspano gli abiti come le onde del mare.