×

Editoriale

L’artista francese Niki de Saint Phalle è la musa ispiratrice della nuova collezione di Julie de Libran per Sonia Rykiel, in particolare le sue ‘Nanas’, maxi-sculture con sembianze femminili un po’ grottesche ottenute con cesellature e intarsi di ceramica iper-colorata. E sono proprio le cromie accese delle ‘Nanas’ che de Libran riporta sui contorni dei coat doppiopetto e sulle cuciture degli abiti in lino grezzo o che riprende sulla maglieria lavorata a mano a mo’ di sfilacciature, come fosse un lavoro incompiuto o, ancora, tramite le stampe multicolour che richiamano proprio la ceramica. In generale si tratta di una collezione dal ricco embellishment, cui la designer aggiunge un tocco folk e marinaro, insieme a forme oversize e a linee ariose che confermano la femminilità anticonvenzionale e libera del marchio.