×

Editoriale

Sharon Wauchob debutta sulle passerelle londinesi con la sua linea maschile che, dice la designer, la riporta indietro ai tempi in cui faceva esperienza a Savile Row mentre studiava alla Central Saint Martins. Così è inevitabile che questa collezione sia intrisa di elementi sartoriali che virano però al femminile, con un tocco vagamente rétro. Le camicie sono stropicciate, hanno colletti grandi a punta e in certi look si portano extralong, anche smanicate, a mo’ di abito sopra i pantaloni ampi, i completi sono comodi con pantaloni oversize che si appoggiano su stringate classiche ma anche su sneakers bianche, le maglie sono così sottili da risultare trasparenti, mentre un altro effetto che accomuna i look è la texture lucida, quasi scintillante, delle superfici, insieme alla fluida leggerezza dei materiali, che marca ulteriormente l’intento di un maschile ‘al femminile’.