×

Editoriale

Se in una delle scorse collezioni le sorelle Mulleavy di Rodarte si erano ispirate al mondo degli uccelli, qui l’interesse si sposta sugli insetti e in particolare sulle api, i cui riferimenti s’introducono nell’immaginario fiabesco e insieme gotico del duo creativo. Abiti prevalentemente in bianco e/o nero, tutti pizzi, balze, trasparenze e volant, sono caratterizzati da decorazioni a nido (appunto) d’ape, spille di sicurezza che percorrono i lati dei pantaloni ricordano tanti lucenti pungiglioni, fitte applicazioni di borchie richiamano la struttura degli alveari. E non possono mancare i fiori, presenti sotto forma di variopinte stampe, luminose applicazioni, cut-out, ricami o richiamati da ruche, stratificazioni di tulle, cascate di volant e inserti a contrasto. Tante variazioni sul tema in una favola che non ha mai fine.