×

Editoriale

Ha una certa aria borghese ma velatamente sexy e scandalosa come una novella ‘Belle de jour’ la donna di Alessandro Dell’Acqua per Rochas, che per questo giro fa meno incetta di iridescenze e di tinte accese per una palette prevalentemente neutra, con tanto peccaminoso nero. Apre piuttosto con il tweed su cappotti e tailleur oversize, con perline che in certi casi decorano i profili e poi passa ad una profusione di piume total black, che piume in realtà non sono, bensì viscosa, e che sono usate anche come inserti sui bordi di alcuni abiti. Una silhouette fluida e svasata caratterizza poi diversi long dress, soprattutto nel finale, introducendo così un’ariosità che contrasta con la solidità dei look bouclé o in vinile e confermando lo spirito ambiguo e provocatorio della collezione, completata da qualche estrosa creazione del cappellaio Stephen Jones.