×

Editoriale

Tutte le sfumature del beige/marrone aprono la passerella di Ralph Lauren, accompagnando la prima metà circa delle uscite. Quei pantaloni ampi, a vita alta, portati con cardigan, dolcevita, blazer mono e doppiopetto rigorosamente ton sur ton, fanno pensare alla quiete della campagna inglese, ancora più presente quando compaiono motivi check che, abbinati alle frange, richiamano anche il West americano. Nella seconda metà della sfilata il nero e il broccato caratterizzano sontuose mise seicentesche in stile elisabettiano, coat e giacche tra cui una redingote di velluto, camicie bianche dai maxi-colli e/o con gorgiera, ruche e volant fino ad arrivare ai long dress da sera, sempre in velluto, a bustier o legati al collo da chiusure gioiello. Altamente scenografico.