×

Editoriale

Lo storico brand scozzese prende la sua storia e la rende straordinariamente attuale presentando una collezione rusticamente raffinata. Ovviamente Pringle of Scotland veste la donna in città ma la selezione dei materiali, i colori e le linee emanano una sensazione di spensieratezza che sa di picnic, di gita della domenica, di campagna. Sfilano lunghe canottiere di maglia a coste abbottonate a serafino, tinta unita o a righe colorate. I bottoni, molto presenti, sono spesso di bellezza piuttosto che utili come i nodi che vestono e danno movimento ad abiti e camicette leziose. Il bianco esplode in tutta la sua naturalezza: cardigan che sembrano allacciati male e che lasciano scoperte le spalle, abiti lavorati, tute con la coulisse e maxi t-shirt che sembrano rubate alla biancheria. Il patchwork è discreto sia negli abiti tartan sia nelle comode tenute in denim. Check e vichy tra le fantasie e giallo e blu tra i colori. Neanche a dirlo, protagonista la lana tra i materiali.