×

Editoriale

Sulla passerella di Pringle arriva una ventata sexy grazie al nuovo direttore creativo Fran Stringer che attinge all’underwear, settore da cui il marchio scozzese ha effettivamente cominciato nel lontano 1815, per i corpetti e i top degli abiti in maglia, in feltro impunturato a contrasto con angora e mohair. La corsetteria viene richiamata in tutta la collezione, anche nei motivi di un corposo maglione Aran o negli incroci di un pull marrone a V portato con pantaloni ampi a tono o, ancora, in un long dress tubolare color giallo girasole a costine verticali con la parte centrale lavorata in orizzontale a formare un corsetto. Ci sono anche pezzi più solidi, come un maxi-pull effetto pelliccia ed una giacca con chiusura nera a fibbia ed inserti di pelo ma in generale il risultato è light e rilassante alla vista.