×

Editoriale

Massimo Nicosia continua l’operazione di rinnovamento dei classici Pringle, il marchio scozzese che quest’anno compie la bellezza di 200 anni. E come mantenere una tradizione secolare legata alla maglieria stando al passo con la contemporaneità? Sperimentando e applicando nuove tecniche su e con un materiale, la maglia appunto, antico come il mondo. Eccola duettare con la pelliccia, con la pelle, con il pizzo macramè in una serie di intrecci che, forse, l’uso di tonalità prevalentemente scure penalizza un po’ e che al contrario risalta con il bianco ed il beige. Frequenti i motivi argyle su pull corposi, gonne asimmetriche e canotte in maglia metallica e le lavorazioni a treccia che allungano, insieme a sciarpe con frange che toccano quasi terra, la silhouette già sviluppata in verticale. Trasparenze e scolli profondi aggiungono femminilità ad uno stile comodo e rilassato che in certi look strizza l’occhio al menswear.