×

Editoriale

Dopo alcune stagioni dedicate esclusivamente alla madrepatria, il Nepal, Prabal Gurung spazia nella sua terra d’adozione, gli Stati Uniti, decorando parka, coat e maglioni dal collo alto con i motivi grafici dei Nativi Americani. La collezione si presenta così avvolgente e corposa ma valorizza al contempo il corpo femminile con spacchi audaci, inserti trasparenti, profondi scolli a V e linee che pur non aderendo al corpo ne seguono le forme. Tanti gli abiti, alcuni con spalline-spaghetto e pannelli di tessuto diverso, altri decorati di perline luminose, altri ancora ricamati a motivi etnici, a semplice tunica o a sottoveste ma tutti caratterizzati da scollature e/o spacchi frontali o laterali. Forte il contrasto quando accompagnati ai capospalla in lana insertati di pelliccia, un caldo abbraccio su un sottile strato di seta.