×

Editoriale

Misteriosa, magnetica: la musa di Lorenzo Serafini è Tina Chow. Modella, icona degli anni Ottanta, nata da padre tedesco e madre giapponese, simbolo di culture e influenze diverse, affascinanti. Donna dalla forte personalità e dallo stile androgino. In questa collezione a lei ispirata, sfilano ragazze sfrontate, con un mood fresco à la garçonne, con piccoli foulard legati al collo, in tute, salopette, indumenti dal sapore militare, accostati a camicie orientali, con delicate stampe floreali e tocchi preziosi. La cintura obi, elemento tipico della cultura giapponese, utilizzata sia da uomini che da donne, è il leitmotiv della collezione. Si lega armoniosamente alle divise dalle rigature new wave, ai minidress dalle maniche ampie, a camicie-kimono, a soffici vestiti stampati. Infine, abiti bianchi e blu in stile nautico evocano una femminilità sobria. Le tonalità sono decise, rosso lacca, blu Cina, verde giada, bianco e nero.