×

Editoriale

È come se la Liz Taylor di “La gatta sul tetto che scotta” invece di lagnarsi per il marito si fosse unita ad una gang giovanile, magari in un crossover con James Dean. Romantica e punk è la collezione disegnata da Lorenzo Serafini che guarda alle giovani generazioni con un occhio rivolto agli anni ’50 e uno alla scena underground. I pantaloni a vita alta si portano con il maglioncino a maniche corte, quelli di pelle con il chiodo mentre quelli pied-de-poule in abbinamento ad un reggiseno fetish. Il maxi-cardigan con la cintura diventa vestitino, il resto della maglieria è ricca di frange o lavorazioni. L’abito è il vero protagonista della collezione, l’importante che il vitino sia stretto. Il plumetis caratterizza le creazioni: romantico quando lavorato con ruche, fiocchi, collettini ed enfatizzato con una moltitudine di sottogonne. Il tulle nero combinato con una pioggia di swarovski per shorts e minidress invece rende la notte più dark.