×

Editoriale

Prendi Lady D e portala nei club londinesi di quando era giovane e nell’aria risuonava stile e musica di Siouxsie Sioux. Questa l’operazione ben riuscita portata in passerella da Lorenzo Serafini per Philosophy. Non manca quel tocco romantico che rende ben riconoscibile la mano dello stilista che stavolta ha dato una pennellata di punk a tutta la collezione. I pantaloni sono di nappa laccata nera o rossa, morbidi e lucidi al tempo stesso, chiusi talvolta da un bel fiocco che in Philosophy non manca mai. Stessa pelle per i capospalla doppiopetto e le spalline arricciate e i giacconi trapuntati. Voile estremi per gli abitini di pizzo bianco e ruche dappertutto, nella nappa ma soprattutto nella maglieria per farne abiti e maglie monospalla. Ruche anche nella gonna in tweed spinato, lo stesso con cui è fatto il cappotto allacciato in vita. Mussola, tulle brodé, plumetis, cady e chiffon di seta diventano rock, basta una fila di bottoni in metallo o una cinturina borchiata.