×

Editoriale

Rocco Iannone, nuovo direttore creativo di Pal Zileri, mette in scena un tranquillo spettacolo di primavera fuori dal Museo Diocesano in Corso di Porta Ticinese. Non c’è un tema ispiratore preciso, piuttosto un soffermarsi su di sé, forse in modo anche un po’ narcisistico ma non compiaciuto, fine a se stesso. C’è una certa disinvoltura, che è il modo con cui Iannone interpreta il sartoriale insito nel marchio e s’intuisce già nei primi look, completi con giacca morbida e pantalone piuttosto affilato sopra la caviglia, portati in certi casi con un blazer floreale o camicie Madras. Segue un progressivo rilassamento di forme e abbinamenti con pantaloni, anche in versione hawaiana, che si allargano o si chiudono con la coulisse come pigiami o ancora con lunghe cinture a cordone con nappa finale, maglieria sottile e rilassata.