×

Editoriale

Rosso fuoco, rosso come le labbra delle modelle, rosso come i look d’apertura e i tanti altri che compongono la collezione di Peter Copping per Oscar de la Renta, un tripudio appassionato di tinte forti, pizzi (tra cui spicca il sangallo) e motivi floreali che richiamano le atmosfere della Spagna dei toreri e i dipinti scoperti alla Hispanic Society of America, come quelli di Goya e Bacon. Ma l’immaginazione corre e Copping inietta di francesismi (post Nina Ricci) abiti e tailleur mettendo una chiusura a fiocco qua, una serie di balze e volant là ma sempre mantenendo quel je ne sais quoi che dona ai look naturalezza e semplicità. Forse è merito delle espadrillas coi lacci portate anche con le mise più eleganti ma sta il fatto che questi sono pezzi che sanno muoversi in tutti gli ambienti, red carpet compreso, ça va sans dire.