×

Editoriale

Adattarsi ai tempi. È ciò che ha fatto il brand Oscar de la Renta dalla scomparsa del proprio omonimo fondatore, con Laura Kim e Fernando Garcia che, in un paio d’anni di direzione creativa, hanno rivoluzionato l’etichetta con un approccio artsy e rilassato soprattutto nelle mise da sera. In questa collezione emerge una chiara impronta esotica data da abiti e gonne in stile sarong contornati da frange e chiusi da cinte con nappe, da caftani rigati portati anche sopra i pantaloni, da motivi ikat e altri pattern di stampo etnico. Il duo creativo dice che i ricami floreali rossi, che decorano i soprabiti e alcuni abiti, sono stati presi da una sfilata vintage di de la Renta, così come le stampe patchwork acquistate da una filanda di Como che ha archiviato gli ultimi tessuti del designer ma il nuovo corso è segnato, anche con i top cropped bustier indossati con i pantaloni sartoriali.