×

Editoriale

“Creare una nuova estetica facendo scontrare due cose che non sono correlate”; Virgil Abloh definisce così il proprio marchio che in questa nuova collezione, chiamata ‘Track and Field’, penetra nel profondo dell’universo sportivo, in ‘pista e in campo’ appunto, dove lo sport si pratica veramente. Non si tratta, quindi, di una delle solite collezioni genericamente ‘sportswear’ ma di un’immersione totale, e la collaborazione con Nike ne è la prova, in un genere che non è a servizio degli altri, come accento o nota, ma protagonista assoluto. I pezzi realizzati con un collage di calze Nike riciclate ne sono la prova, come il top sovrapposto alla camicia bianca asimmetrica e i leggings da corsa abbinati al blazer con chiusura laterale a coulisse o portati sotto il long dress a balze. Ed è athleisure pura la serie di tute stretch, body e top cropped che sfila tra pezzi sartoriali in versione track-suit e abiti e gonne in tulle con T-shirt o corpetto tecnico. Immancabili quindi le sneakers, realizzate con Nike ma anche scarpette da ginnastica artistica con il tacco e coulisse regolabile laterale.