×

Editoriale

Tocchi di viola sulla passerella di Guillaume Henry per Nina Ricci, che celebra l’allure parisienne trasformando l’eleganza borghese tutta romanticismo e bon ton del marchio in un casual con accenti sportivi, street e workwear, anche se non meno sensuale. Punto di partenza, una maglia da calcio, di quelle con le strisce verticali a intarsio; Henry prende quelle strisce e le reinterpreta, tono su tono, seminandole su bluse e canotte di pizzo, tank top, camicie maschili, slip dress, pantaloni di velluto, in versione paillettata o in maglia stretch con aggiunta di cut-out, in coppia con l’animalier o in total look black & white. Il tutto mixato a echi anni ’80 con gonne lunghe con spacco e pantaloni a vita alta, superfici lucide e grossi colletti a punta.