×

Editoriale

Neil Barrett guarda indietro con nostalgia, ripescando certi pezzi appartenenti alla sua gioventù o al guardaroba dei fratelli e degli zii; ecco un coat di shearling rovesciato che portava uno zio, proposto anche in versione corta, zippata e patchwork, un tailleur in tweed con inserti di pelle, maglie, completi e pull oversize color block con una chiara impronta sportswear che ricorda le divise vintage di certe categorie sportive. Barrett gioca con le proporzioni, allungando ad esempio il bomber che diventa un coat a uovo o doppiando il cappotto sartoriale con il blazer che diventano così due capi in uno. Su alcuni capi compare la riproduzione di un’aquila, presente anche nella sua ultima collezione uomo, anche lei fa parte del passato di Barrett che rivela essere stato un “nerd bird-watcher”.