×

Editoriale

Neil Barrett celebra i suoi 20 anni di attività con un tema a lui inusuale, il punk che, come ricorda il designer, è stato, stilisticamente parlando, un mix di uniformi scolastiche, biker e militare. Il tutto si ritrova nella sua ultima collezione, ulteriormente miscelato a tocchi neon rappresentati da insegne dei quartieri a luci rosse di Soho a Londra e di Shinjuku a Tokyo che decorano coat, maglie e pantaloni con risvolto alto portati con solidi anfibi. Immancabile la sartoria british, qui arricchita da colli in eco-pelliccia animalier, motivo che ricorre spesso sia sui capospalla che su maglie e pantaloni, risvolto compreso. Abbonda inoltre il velluto per giacche, soprabiti e calzoni che ricordano inevitabilmente gli anni ’70, quando il movimento punk mosse i suoi primi passi in Inghilterra, conquistando anche Neil Barrett che poi lo avrebbe scelto per celebrare un anniversario importante nel mondo, poco punk, della moda.