×

Editoriale

Mulberry ritorna in passerella dopo due anni di assenza e lo fa con il nuovo direttore creativo Johnny Coca, ex responsabile accessori di Céline, cui tocca l’arduo compito di rinnovare un marchio che dalla sua fondazione, nei primi anni ’70, si è legato soprattutto agli accessori in pelle. Ecco allora una grande varietà di borse di diverse grandezze, rigide, con tracolla e/o manici che completano look dall’appeal militare fatti di mantelle e coat con borchie e impunture a vista sovrapposti a camicie e pantaloni diritti alla caviglia. Tanti i capi in pelle, giacche, gonne e mini-abiti ma ci sono anche look più femminili caratterizzati da trasparenze, reti, plissettature e motivi floreali, cui si aggiungono dettagli grafici e punk.