×

Editoriale

Come ci si sente appena usciti da un rave party? Ancora pieni di energia, almeno secondo Massimo Giorgetti, soprattutto se è “sano, divertente e senza droghe.” Ecco allora i suoi ragazzi con addosso abiti un po’ spiegazzati, che alternano forme over ad altre più accostate al corpo, tendenti a sovrapposizioni e ad abbinamenti cromatici non sempre azzeccati. Spiccano le stampe, geometriche e floreali, proposte con effetti optical, sfocati e/o distorti, e in questo Giorgetti si rifà al lavoro del fotografo Massimo Vitali, quello delle spiagge affollate, teste che sembrano una distesa di fiori o viceversa e che danno anche quell’effetto ‘candeggina’ che caratterizza pantaloni e jeans a cui sono attaccati moschettoni e gingilli vari.