×

Editoriale

MSGM celebra Milano. Massimo Giorgetti porta in passerella tutti i simboli e le icone della sua città di adozione. Compone una collezione che è tributo, dichiarazione d’amore, sintesi storica ed estetica del capoluogo lombardo. Lo stile è spiccatamente metropolitano, con accenni di streetwear e capi athleisure. Le felpe giocano con il ritratto di Alessandro Manzoni, ne mostrano il volto, ne dipingono il nome di rosso scarlatto. Le sciarpe si riempiono delle insegne dei locali milanesi, Basso, Cucchi, Jamaica. Le tute sono oversize, dai colori accesi, dalle intense campiture cromatiche. Le bluse sono oscure e misteriose, in seta nera. I completi hanno linee squadrate, maschili, si illuminano dei riflessi della pelle, del vinile, del coccodrillo. Si tingono di cremisi, vermiglio, rosa lipstick. Le linee si fanno poi più fluide, grazie ad abiti con stampe foulard, con mix di fantasie, tra loghi, animalier, disegni della città e orizzonti milanesi.