×

Editoriale

MM6 Maison Margiela veste principesse dall’anima dark. Sono anime barocche, sopravvissute alla Belle Époque, contaminate da un’attitudine grunge. Indossano jeans distressed e mantelle lunghissime, dalle maniche a sbuffo, con nastri fluttuanti, bottoni ricoperti, piccole asole. Portano camicie da notte lunghe fino alle caviglie, gioielli di cristalli, calze di spugna. Sono cortigiane di Versailles, vivono tra abiti in seta e calze a rete. Leziose, tenebrose, votate all’eccesso. Sul capo hanno tiare, corone della decadenza, oscure, buie, dalle piccole gocce di cristallo. Si infilano felpe nere sotto abiti da ballo iridescenti. Le braccia, coperte da guanti lucidi. Hanno anfibi ai piedi. Cascate di gioielli e volant sbucano dai giacchini in denim. Anarchiche, radicali, si vestono di colori intensi, fucsia, smeraldo, violetto. Scelgono contrasti e accostamenti inediti. Tuniche a plissé coperte da messaggi, nappe dorate gocciolano ai lati di abiti sintetici.