×

Editoriale

Sulla passerella di Miu Miu va in scena l’irrazionalità di uno stile discordante, fatto di mix & match e di sovrapposizioni che amalgamano vintage di varie epoche, uniformi da collegiale, lingerie, glamour e tiare da reginetta di bellezza. Un alto dosaggio di kitsch che non teme l’eccesso, anzi, lo cerca e lo esibisce, prendendo grembiuli-babydoll in nylon e mettendoli sopra look da segretaria, abbinando lunghi tutù con blazer maschili, giacche e coat di pelle intarsiata con longuette a vita alta in fantasie che fanno a pugni con il resto del look. Per non parlare delle calzature, booties stringati con zeppa decorati da intarsi, glitter e paillette, ballerine ispirate alla danza classica, décolletée legate con dei nastri, anche di diverso colore, intorno alla caviglia.