×

Editoriale

Una carrellata di immagini prese dal cinema ha influenzato la collezione disegnata da Alessandro De Benedetti che ha portato in passerella una sua idea di donna decisa e affascinante. Viene da una tradizione sartoriale inglese il Principe di Galles declinato in cappotto/giacca doppiopetto e abito smanicato con plissé. È marrone il gessato dell’abito dal taglio geometrico, del completo maschile e della gonna indossata con la giacca di astrakan viola che si presenta anche come cappotto. Colori forti anche per il completo oversize verde brillante e del boxy rosa bubblegum indossato con pantaloni dello stesso colore. Spiritose certe ciliegie in rosso o nero su fondo bianco o quelle con i cuori che donano ancora più leggerezza al raso, alla seta, allo chiffon e anche al piumino cocoon. Si appoggia sul grigio brillante un manto leopardato senza essere troppo vistoso. Per la sera invece abiti neri e dorati svolazzanti e arricciati.