×

Editoriale

Shinjuku, Tokyo, fine anni ’70 – primi ’80. Il retroscena dell’ultima collezione di McQ si sviluppa intorno all’atmosfera vivace del quartiere giapponese, luogo di strip club e sale da ballo e le citazioni, infatti, ci sono: alcune maglie e coat che richiamano le forme del kimono, cinture-obi rivisitate, certi pantaloni ampi che ricordano quelli degli operai ma poi capi e abbinamenti hanno una loro autonomia e procedono per sovrapposizioni originali, mai scontate. C’è il giacchino crop da biker in pelle portato con dolcevita rossa e lunga gonna svasata con dettagli utilitarian, uno shearling extralong su T-shirt nera stampata, la pelliccia over sul long dress floreale sovrapposto alla stessa maglietta stampata ma in versione bianca. Abbinati, lunghi cuissard bianchi o stivaletti stringati.