×

Editoriale

Dopo l’addio della fondatrice Consuelo Castiglioni, Marni riparte con Francesco Risso che mantiene un legame con lo stile del marchio proponendo un uomo dall’ironia giocosa, in stretto contatto con la sua parte infantile che gli fa indossare pantaloni di felpa trapuntanti e cinture, via di mezzo tra utilitarian e giocattolo, da portare anche sopra le giacche. Il gioco prosegue con la scelta di fantasie quadrettate per soprabiti stropicciati, camicie e giacchini zippati, pantaloni oversize il cui orlo fa abbondanti pieghe appoggiandosi sulle scarpe sportive, mentre sulle maniche di certe casacche spiccano applicazioni di pelliccia. La palette cromatica, dal rosso ciliegia all’arancio al verde, con tocchi di blu e giallo, è il giusto complemento alla vivacità del mood.