×

Editoriale

È l’idillio dell’ultimo sole, l’armonia delle onde e della sabbia. È l’estetica del tramonto che vibra nella collezione di Markus Lupfer, nei colori soffusi, nelle trasparenze, nei tessuti leggeri ed eterei. Gli abiti riverberano di romanticismo e incanto. Risplendono, s’illuminano, grazie a piccoli bagliori, paillette iridescenti, boccioli, germogli, sfumature cangianti. Le superfici metallizzate e luminescenti trovano la giusta energia accanto a grafiche floreali, stampe ispirate a Memphis. I nastri annodati sulle spalle e lasciati fluttuanti, le frappe, i volant, le scollature a V donano alla silhouette un tocco sofisticato e inedito. Il plissé domina la scena. Permea le gonne longuette, le pencil skirt, bluse, slipdress, pantaloni a palazzo. È il fascino della delicatezza: tessuti impalpabili, soffici, lievi, chiffon, tulle vaporoso. L’evanescenza sposa i colori più soft, melone, lilla, menta, azzurro cielo. Le dune di sabbia divengono il paesaggio ideale.