×

Editoriale

“Non vendo davvero vestiti. Vendo un modo di vivere. Sono disegni, non moda… vendo un’idea piuttosto che abiti.” Sono le parole di Armi Ratia, fondatrice negli anni ’60 dell’azienda tessile finlandese Marimekko, nota per le fantasie colorate e moderne; il nome del marchio in finlandese significa ‘vestito di Mary’, proprio perché propone abiti per la vita quotidiana, adatti a tutte le donne. E anche la nuova collezione va in questo senso ovvero un daywear dalle linee ampie, prevalentemente midi o a lunghezza totale, su cui dominano le righe, verticali, orizzontali, trasversali od ondulate, alternate a fantasie floreali raffiguranti maxi-papaveri. Molti look sono unisex, comodi shirt-dress portati anche sopra pantaloni a tono e camicie over perché il messaggio del brand non riguarda solo il potere di mantenimento dei propri modelli nel tempo ma anche la parità dei generi, già sdoganata da Marimekko mezzo secolo fa.nuova