×

Editoriale

L’architettura ricorre spesso nel lavoro di Malaika Raiss ma in questa collezione c’è un riferimento particolare all’opera di Alvar Aalto, architetto e designer finlandese, fautore del concetto organico di edificio ovvero di costruzione che si adatta allo spazio circostante, quindi anche alle forme della natura. I capi seguono infatti le linee del corpo creando una silhouette estremamente femminile, anche se in contrasto con i materiali appositamente rigidi: giacche avvitatissime portate con pantaloni affusolati, longuette a pieghe abbinate a semplici maglie girocollo, top sottili sovrapposti a bluse e abiti leggeri. Le lunghezze leggermente oversize, come le maniche extralong, comunicano un senso d’imperfezione che è intrinseco nella natura come nella ragazzina prima di diventare donna.