×

Editoriale

È tutto e il contrario di tutto la moda di John Galliano per Maison Margiela ma un leitmotiv in questa collezione c’è ed è l’impronta futuristica che trasforma le modelle in tante creature spaziali con zucchetti asimmetrici che sembrano gusci d’uovo, auricolari e maxi-orecchini di cristallo che richiamano le orecchie del Capitano Spock di Star Trek. Il resto è caos sovversivo, trench indossati come abiti, con la fodera che fa da gonna, tailleur e coat profilati di grappoli di gomma nera, k-way tecnici abbinati a gonne a tubo, da cui spuntano a volte leggings in vinile, realizzate con i materiali più disparati, dal neoprene della tuta da sub alla spugna dei teli da bagno a cristalli plastificati al pizzo gommato. Il tutto abbinato a platform vertiginosi alternati a sandali da trekking, zainetti e maxi-cinture fluo.