×

Editoriale

Eclettica ed elegante, la collezione di Luisa Spagnoli è un viaggio da Londra a Parigi, un’immersione nello stile metropolitano di due città-simbolo, sofisticate e sempre all’avanguardia. Il tartan, tessuto emblema della tradizione inglese, è protagonista, per lunghi blazer e gonne svasate, a pieghe, con orli sfrangiati. Sul capo, baschi francesi. I minidress sfoggiano linee squadrate alla Mary Quant. Sono abitini A-line con tasche particolari e bottoni gioiello. Camicie sbarazzine o dolcevita scuri avvolgono il collo e le spalle. Fiocchi romantici si annodano sugli scolli, sono minuti o maxi. Tessuti maschili, tweed e pied-de-poule vengono abbinati a velluto, seta, pelle, animalier. L’abito in tulle è cosparso di paillette, con una cintura in velluto ton sur ton a stringere la vita, come una notte lieve intorno alla silhouette. La palette si tinge di nuance che spaziano dal rosa brillante al blu notte, cammello, nero, grigio, bianco.