×

Editoriale

Una passerella ad atti, un po’ come uno spettacolo teatrale; da Lanvin va in scena la giornata di una donna, dalla quotidianità dell’ufficio al, beata chi se lo può permettere, red carpet, passando per cocktail e party vari. Si comincia quindi con un daywear in bianco e nero rivisitato, camicie, giacche sartoriali, gonne a pieghe, pantaloni slim a vita alta caratterizzati da orli al vivo, impunture a vista, maxi-fiocchi, sfrangiature, sovrapposizioni, per poi passare a long-dress drappeggiati e trattenuti da spille preziose, portati sopra ad un bustier color carne. Altro atto con abitini paillettati molto ‘flapper’, slip dress di pizzo che sfociano poi nel finale tutto fantasie multicolor, in cui non mancano l’animalier, le nuance metalliche e fitte stampe ‘Lanvin’ in versione souvenir.