×

Editoriale

‘Zarbitter – The Chemistry between different things’ è il titolo della nuova collezione di Kilian Kerner che porta in passerella un incontro-scontro tra opposti, tra il dinamismo e la frenesia di una grande città e il silenzio e la solitudine di un luogo come, ad esempio, il Grand Canyon. I colori, tratto distintivo dello stile di Kerner, esprimono questa dicotomia e scandiscono il ritmo delle uscite: stampe geometriche dalle tonalità vivaci e accostamenti cromatici accattivanti come blu e verde o arancio e blu si alternano a basici e pastelli, con abbondanza di rosa polvere, su coat smanicati, casacche, anche lunghe, portate con pantaloni morbidi, tubini e tuniche dalle linee pulite, piuttosto squadrate, che si fanno più indefinite con l’uso della maglia lavorata grossa che risulta anche un po’ slabbrata.